Posted on

Piano editoriale per blog aziendale: come strutturarlo correttamente

Piano editoriale per blog aziendale: come strutturarlo correttamente

Per assicurarsi una presenza online efficace e completa, avere un blog aziendale è diventato oggi un requisito fondamentale. Sei il titolare di un’azienda e ti sei accorto che la maggior parte dei tuoi competitor dispone di un blog aziendale? Sappi che è arrivato il momento anche per te di utilizzare questo mezzo.

Nel nostro approfondimento di oggi, ti spiegheremo i primi passi per strutturare un piano editoriale per blog aziendale.

Prima di darti consigli utili per creare un piano editoriale, devi sapere che scrivere contenuti per un blog aziendale presuppone l’acquisizione di tecniche specifiche ed una formazione adeguata.

Per questo, U-Academy, centro di formazione digitale a Roma e dintorni, potrà mettere in pratica, direttamente presso la tua struttura, un corso di formazione in Web Content per aziende.

Con il nostro corso Web Content, potrai formare il tuo personale d’azienda che apprenderà come creare un piano editoriale per blog, siti informativi o giornalistici, quali sono le tecniche di scrittura fondamentali sul web e come elaborare in maniera ottimale i testi.

Piano editoriale per blog aziendale: che cos’è

Prima di vedere come si struttura il piano editoriale per il blog di un’azienda, capiamo cos’è e come funziona un piano editoriale.

Se non ci fosse un piano editoriale, il blog sarebbe semplicemente una raccolta di articoli senza obiettivi. Al contrario, avere un blog aziendale basato su un piano editoriale strutturato e prestabilito, significa avere una strategia content definita, che mira ad obiettivi specifici.

Attraverso il piano editoriale, gli editor di un blog, sapranno sempre cosa, come e quando pubblicare nuovi contenuti. Per questo un corso di formazione aziendale in Web Content per il proprio personale è un ottimo modo per facilitare la gestione del lavoro interno all’azienda.

Sicuri di sapere cos’è un piano editoriale? Un errore comune infatti è confondere il piano editoriale di un blog aziendale con il calendario editoriale.

Il calendario editoriale è sola una parte del piano strategico. Come indica la parola stessa, il calendario serve a pianificare i contenuti da pubblicare sul blog o sui social, dando scadenze agli editor e ai social media manager.

Il piano editoriale invece si riferisce ai contenuti. È il documento che riassume tutta la strategia di content marketing che l’azienda vuole mettere in atto.

Ecco perché quando si crea un piano editoriale per un blog, bisogna studiarlo sempre in relazione al piano editoriale Facebook e di altri social che si vogliono utilizzare per distribuire i contenuti aziendali.

Piano editoriale per blog: come si struttura?

Vediamo nella pratica come si fa un piano editoriale per un blog aziendale.

Ci sono due concetti fondamentali di cui tenere conto:

  • identificazione degli obiettivi
  • definizione del target

Nessun piano editoriale potrà avere successo se non avrà chiari questi due aspetti basilari.

Identificare gli obiettivi del piano editoriale

Nella creazione di un piano editoriale, bisogna identificare gli obiettivi che l’azienda intende raggiungere attraverso la strategia di comunicazione online, sia nel breve che nel medio-lungo termine.

Solitamente l’obiettivo iniziale di un piano editoriale per un blog aziendale è generare traffico sul sito web, aumentando le visite alle pagine.

Successivamente, l’esigenza sarà quella di accrescere l’autorevolezza del brand rispetto a determinati argomenti di cui l’azienda è esperta, migliorare il posizionamento sui motori di ricerca, rappresentare un punto di riferimento per il proprio settore.

In generale, l’obiettivo più importante per un’azienda è vendere i propri prodotti e servizi. Ricorda che, anche se il blog aziendale non ha la funzione di vendere, rappresenta un ottimo modo per facilitare il processo di vendita. Il tuo blog nel tempo dovrà infatti indirizzare le persone su landing page con form di registrazione, da inserire in funnel di vendita.

Definire il target del piano editoriale

Una volta identificati gli obiettivi, si passa alla definizione del target di riferimento. Bisogna capire a chi ci si rivolge attraverso una piccola ricerca di mercato.

Rispetto alla nostra offerta, occorre sapere chi sono i nostri consumatori dal punto di vista socio demografico.

A quel punto occorre capire cosa cercano, quali ricerche fanno su Google rispetto al nostro settore, e studiarne anche il comportamento sui social network.

Il piano strategico di comunicazione e quindi anche il piano editoriale vanno adeguati alle caratteristiche e alle esigenze del target identificato. Il blog aziendale deve combaciare con quello che il nostro target si aspetta di trovare online.

Solo così è possibile scegliere le tematiche da trattare, il livello di approfondimento, lo stile di scrittura e riuscire a costruire una reputazione online, raggiungere nuovi contatti e convertirli in clienti.

LEGGI ANCHE – Creare un brand: ecco tutti i passaggi da considerare

Piano editoriale per blog aziendale: considerazioni finali

Ricapitolando, il piano editoriale indica cosa scrivere nel blog aziendale, come e quando.

Il tutto avviene secondo obiettivi stabiliti in partenza e pensando al pubblico cui ci rivolgiamo, a cosa vuole o cerca.

Ricorda sempre che gli utenti fanno ricerche differenti: potrebbero cercare informazioni su un prodotto o un servizio oppure potrebbero volerlo acquistare direttamente. Il tuo blog aziendale deve essere in grado di rispondere a più esigenze. Prossimamente scopriremo quali sono gli strumenti per analizzare le ricerche degli utenti online e come redigere articoli per il blog aziendale in maniera efficace.

Intanto se vuoi chiederci informazioni per avviare un corso di Web Content in azienda, contattaci subito.